( da Pino Iacca)

UDINE – TEMPIO OSSARIO – 2 ottobre 2016

Ritirate 400 medaglie commemorative della Grande Guerra

Il 2 ottobre, appena ad una settimana dalle celebrazioni per il centenario di E. Toti, in Friuli V.G. un’altro afflusso di familiari di caduti della 1^ guerra mondiale, giunti da ogni parte della penisola per ritirare la medaglia che ricorda il sacrificio del loro congiunto in quel conflitto.

In particolare è stato dato il benvenuto ai sindaci e rappresentanti dei comuni di Bordolano, di Casalbuttano, di Castelleone, di Fiesco, di Trigolo, di Pieranica, di Rivolta d’Adda della provincia di Cremona, della frazione di Lugugnana del comune di Portogruaro provincia di Venezia e del comune di Songavazzo della provincia di Bergamo, con i loro gonfaloni e vessilli delle Ass. naz. Combattenti e Reduci. Infatti, molti comuni e associazioni si prodigano per questa iniziativa molto gradita e unanimemente riconosciuta di altissimo valore morale, sociale e di memoria.

Guidati dal pres. Prov. di Udine, Gen. Adriano Bidin, i bersaglieri del fvg hanno accolto gli ospiti presso il Tempio Ossario della città che custodisce le salme di oltre 25mila caduti ed allestito una cerimonia di alto spessore emotivo.

I tanti messaggi di ringraziamento che pervengono sono motivo di sprone per noi tutti a continuare ad impegnarci in questa nobile attività di memoria che viene attuata quasi settimanalmente.

Il testo della mail che si riporta ne sintetizza ogni commento o considerazione.

Grazie Bersaglieri, continuiamo così, a voi il mio plauso.

( Bers. Gen. G. Iacca – Pres. Reg. ANB FVG)

Da: julie@yahoo.it Inviato: mercoledì 5 ottobre 2016 15.04
A: coordinamento@albodorograndeguerra.it Oggetto: CERIMONIA DEL 2 OTTOBRE A UDINE

Buon Giorno,

scrivo questa mail solo per ringraziarvi della splendida cerimonia di domenica due ottobre, con la consegna delle medaglie da parte dei Bersaglieri del Friuli Venezia Giulia presso il Tempio Ossario di Udine.

E’ stato un momento molto commovente, e sono contenta di avervi partecipato. Sono anche contenta che questi ragazzi che hanno perso la vita per noi, trovino un momento, attraverso le vostre iniziative, per essere ricordati così come dovrebbe essere sempre. Vi ringrazio a nome del “nostro” soldato caduto, Pietro Boschetti, e a nome di mia mamma Elda Boschetti, sua nipote, e di mio fratello, Fabrizio Bego, entrambi molto entusiasti di questa vostra iniziativa. Devo dire che durante la cerimonia mi sono commossa parecchio, perché era un po’ come riportarli in vita questi nostri soldati.

Un abbraccio e un saluto cordiale. Julie Bego.

( a seguire, alcune foto della cerimonia)

th_udine-img_5474

th_udine-img_8144