( di A. Bozzo)

“Una presenza significativa e importante qui a Cima Grappa del Medagliere dell’Associazione Nazionale Bersaglieri...con questa frase lo speaker ha sottolineato l’arrivo del massimo vessillo Anb, che per la prima volta ha partecipato alla tradizionale cerimonia che si ripete da oltre un secolo su questo Monumento sotto l’Alto Patronato del Presidente della Repubblica. Sono solo 3 anni che la nostra Associazione viene invitata ufficialmente a questo grande evento, ma dal 2015 ad oggi la presenza cremisi è cresciuta esponenzialmente sia in termini di bersaglieri che di labari e medaglieri (nella foto, l’Ossario presente su Cima Grappa).

Il Sottosegretario alla Difesa On. Domenico Rossi ha sottolineato che una cerimonia di questa valenza (oltre 50 Sindaci con Gonfaloni e rappresentanze straniere) meriterebbe la “prima pagina” dei grandi giornali per il significato che essa rappresenta e nello stesso modo si sono espresse le altre importanti autorità nei loro interventi prima della SS.Messa officiata dal Vescovo di Belluno Sua Ecc.Mons. Marangoni.

La presenza di noi bersaglieri è stata resa ancor più importante grazie all’arrivo di una staffetta di 6 bersaglieri partecipanti al pellegrinaggio del “Cammino di S. Vittore”; partiti il sabato mattino dal versante opposto, sono giunti a Cima Grappa dopo 43 km  e per tale atto meritano una menzione particolare (Cavallaro, Centa, Da Poz, Sanna, Saraggi, Scollo).

Altra novità di quest’anno, è stata la gradita presenza di una mini fanfara bersaglieri di Marostica, che, anche se in veste non ufficiale, ci ha permesso di “arrivare di corsa” sul piazzale (unica Associazione d’Arma tra le decine presenti, a giungere perfettamente inquadrata) e soprattutto omaggiare con il nostro tradizionale passo di corsa il luogo simbolo di questo Monumento e cioè “la Via degli Eroi”…grazie ragazzi per il vostro gesto. Le ben 3 citazioni a “Piave 2018” ricordate dallo speaker (lo stesso nazionale Ana, mio amico), ci hanno creato inoltre, notevole pubblicità e ci inducono ormai a chiedere un ruolo attivo nell’organizzazione di questo speciale evento, riservata al momento solo all’Ana.   

Grazie di cuore a tutti., W l’Italia, W i Bersaglieri veneti, W “Piave 2018”.

Cenni storici: la cerimonia ricorda il 4 agosto 1901 quando il Patriarca di Venezia (poi Papa Pio X°) inaugurò il Sacello dedicato alla Madonna. L’Ossario, progettato dallo stesso architetto del Sacrario di Redipuglia Greppi e dallo scultore Castiglioni, è stato inaugurato nel 1935 e accoglie le salme di oltre 23mila soldati di molte nazionalità tra cui Boemi, Slovacchi, Croati, Austriaci, Ungheresi etc; esso, ci ricorda che sul Monte Grappa tra il novembre 1917 e l’ottobre 1918, è stata combattuta una delle più cruenti battaglie di tutti i tempi fra le nazioni europee. Inoltre molti patrioti hanno perso la vita o fatti prigionieri o internati durante la Resistenza del 1943-45 e vengono ricordati tutti nel Monumento al Partigiano di Cima Grappa

Il Presidente Anb Regione Veneto                                                                                                     Bers. Antonio Bozzo 

Presenti anche:

  • Il Medagliere regionale scortato dai Consiglieri Biasion, Saraggi e Antoniazzi.

  • il Provinciale di Pd col Presidente Magro e le Sezioni di Piove di Sacco e Torreglia.

  • il Provinciale di Treviso col Presidente Cecchetto e le Sezioni di S. Biagio di C., Mareno di Piave, Vazzola e gli amici di Loria

  • il Provinciale di Vicenza col Presidente Bortolazzo e le Sezioni di Bassano del G., Marostica e Rosà. 

  • il Provinciale di Verona col Presidente Cavallaro.

  • la Sezione di Feltre.

  • i labari fuori regione di Azzano S.Paolo e della pattuglia ciclisti di Milano guidati dal Cons. naz. Mazzola.

  • i bersaglieri con la bandiera dei Combattenti e reduci di Ornago di Brianza e la bandiera del XXIII° Ard

    A seguire, alcune immagini della celebrazione