Si sono conclusi domenica 25 u.s. i festeggiamenti e celebrazioni inerenti il Raduno Interregionale Nord 2017. Tutte le attività programmate dal 2 giugno scorso – concerti, mostre, conferenze,gare di tiro, visite a caserme, commemorazioni e pellegrinaggi – si sono svolte con perfetto tempismo e significativa partecipazione e interesse da parte dei radunisti accorsi e dalla popolazione locale e limitrofa regionale intervenuta.

Purtroppo, proprio nella mattinata di domenica 25, ad inizio della stessa celebrazione ufficiale del Raduno – con tradizionale parata e passo di corsa – un violentissimo acquazzone si è abbattuto sulla città rendendo vano ogni tentativo di prosecuzione. Una vera jella che ha impedito ai numerosi intervenuti (anche da regioni lontane) il coronamento delle loro tradizionali aspettative (parata con corsa) per le vie della città ospitante : Pordenone, la capitale per oltre cinquant’anni, del bersaglierismo di tutto il Nord-Est.

Fra le personalità intervenute, oltre alle cariche apicali associative, il Vice Governatore del Friuli VG ed il Sindaco della città. Fanfara e Picchetto dell’11° Rgt. Bers., fanfara del Friuli e fanfara “Scattini” di Bergamo che ha allietato durante la serata precedente, il numeroso pubblico accorso al teatro Verdi, con piacevoli canzoni bersaglieresche e brani da repertorio. Ad integrazione della serata lo splendido intervento jazzistico del “bandleader” italiano Tullio De Piscopo, famosissimo artista poliedrico, non a caso già bersagliere nella fanfara del grande Imelio dell’8° Rgt. Bers.

De Piscopo con la sua band ha “infiorato” il pubblico presente con noti pezzi musicali rivelando una volta di più il suo innato talento di batterista e percussionista. Per la serata particolare, si è anche cimentato (in batteria) con la fanfara “Scattini” nel “Silenzio” di Maggiotto.

Nella foto in basso, durante il pranzo finale di domenica, la fanfara con il suo Capo Virginio Del Prato ed il trascinatore/programmatore dell’intero Raduno, il Bers. Gen. Pino Iacca, Pres. Reg. FVG.